Twitter RSS YouTube Flickr
Cammino Neocatecumenale

Kiko Argüello

Francisco José Gómez de Argüello Wirtz, nato a León il 9 gennaio 1939. Studiò Belle Arti all’Accademia di S. Fernando a Madrid e nel 1959 ricevette il Premio Nazionale Straordinario di Pittura.

Dopo una profonda crisi esistenziale, ebbe una seria conversione che lo porta a dedicare la sua vita a Gesù Cristo e alla Chiesa.

Nel 1960, insieme allo scultore Coomontes e al vetraio Muñoz de Pablos, fonda il gruppo di ricerca e sviluppo di arte sacra “Gremio 62”. Organizzano mostre a Madrid (Biblioteca Nazionale) e rappresentano la Spagna, nominati dal Ministero delle Relazioni Culturali, all’Esposizione Universale di Arte Sacra di Royan (Francia) nel 1960. In Olanda, espongono alcune delle sue opere (Galleria “Nouvelles images”).

Nel 1964 va a vivere tra i poveri, in una baracca a Palomeras Altas, a Madrid, convinto che Cristo sia presente nella sofferenza degli innocenti e degli ultimi della terra. Lì incontra l’altra iniziatrice della Cammino Neocatecumenale, Carmen Hernández.

Spinti dall’ambiente dei poveri, trovarono una forma di predicazione, cioè una sintesi kerygmatico-catechetica, che diede origine alla formazione di una piccola comunità cristiana. Questa comunità, in cui l’amore del Cristo crocifisso divenne visibile, divenne un “seme” che, grazie all’arcivescovo di Madrid, Mons. Casimiro Morcillo, fu piantato nelle parrocchie di Madrid e successivamente in Roma e altre nazioni.