Twitter RSS YouTube Flickr
Cammino Neocatecumenale

María Ascensión Romero

María Ascensión Romero Antón è stata incorporata nell’equipe internazionale del Cammino Neocatecumenale nel gennaio di 2018, dopo che il Dicastero della Santa Sede per i Laici, la Famiglia e la Vita lo ha richiesto come è stabilito dagli Statuti del Cammino.

María Ascensión nacque il 27 maggio 1960 a Tudela, in Navarra (Spagna). È la terza di quattro fratelli e studiò al Collegio della Compagnia di María (la stessa scuola in cui fu stata formata Carmen Hernández). In seguito si trasferì a Soria per studiare insegnamento e lì, all’età di 19 anni, trovò il Cammino Neocatecumenale.

Al termine del percorso universitario tornò a Tudela e si unì alla prima comunità neocatecumenale nella parrocchia di San Jorge. Nel 1983 approvò le opposizioni di Magistero a Madrid e si trasferì per lavorare come insegnante, per nove anni, in varie scuole della capitale, ed entrò in una comunità della capitale spagnola.

Nel 2002, con la sua comunità, concluse l’itinerario neocatecumenale e solennemente rinnovò le promesse battesimali nella Veglia pasquale nella cattedrale della Almudena, a quei tempi, presieduta dall’ Arcivescovo di Madrid, il cardinale Rouco Varela.

Nel 1987 iniziò a frequentare le convivenze d’itineranti e sentì la chiamata all’evangelizzazione alla fine della Giornata Mondiale della Gioventù (GMG) a Santiago de Compostela con Juan Pablo II, nell’agosto 1989. Ascensión conferma questa chiamata di Dio nell’incontro vocazionale con Kiko Argüello, Carmen Hernández e padre Mario Pezzi di fronte alla Madonna del Pilar di Zaragoza.

Nel 1991 sentì ancora una volta la chiamata nell’ incontro vocazionale a Varsavia dopo la Giornata Mondiale della Gioventù a Częstochowa (Polonia). Un anno dopo, María Ascensión fu inviata come itinerante nell’ex Unione Sovietica, dove ha rimasto 25 anni.