Porto San Giorgio, 19/01/2019 

La mattina di sabato 19 gennaio, Kiko Argüello è stato nominato cittadino onorario della località di Porto San Giorgio, nella regione delle Marche (Italia).

Il sindaco della città e altri membri del Comune, hanno consegnato l’onorificenza a Argüello nel Centro Neocatecumenale Internazionale, dove è riunito con più di 1.200 catechisti-itineranti, così come sacerdoti e famiglie in una convivenza mondiale di evangelizzazione.

Durante la cerimonia, il sindaco, Giuseppe Catalini, ha sottolineato il contributo alla città dell’iniziatore e responsabile internazionale del Cammino. Ha spiegato inoltre, che la sera del venerdì, il Consiglio comunale aveva votato all’unanimità per concedergli questo riconocimento.

Inoltre, ha riconosciuto che Argüello ha fatto di  Porto San Giorgio una città “nobile”“dandole lustro in tutto il mondo”.

Il sindaco della città ha ricordato poi la visita di San Giovanni Paolo II, il 30 dicembre 1988, quando si recò in questa località per celebrare una eucaristia con il Cammino e inviò 72 famiglie in missione in tutto il mondo.

A sua volta, Argüello ha apprezzato il riconoscimento ricevuto: “Io sono un peccatore – ha detto -. Devo fare quello che il Signore mi dice. Accettare onori, accettare persecuzioni, sofferenze e momenti belli come questo. Tutto lo fa il Signore, che conduce la nostra vita. Nel servizio alla sua Chiesa nella sua umile gloria”.

Porto San Giorgio sta a pochi km da Loreto, dove si trova il famoso Santuario della Santa Casa di Loreto. In essa, secondo la tradizione, si conserva la casa della Vergine a Nazaret.