Città di Panama, 22/01/2019

Il Cammino Neocatecumenale sarà presente alla GMG di Panama. Da qualche giorno, giovani provenienti da diverse parti del mondo hanno cominciato ad arrivare nel paese, e molti altri lo faranno in questi giorni per incontrarsi con il Papa Francesco.

Si calcola che circa 25.000 giovani del Cammino parteciperanno agli atti principali e al tradizionale Incontro Vocazionale che il Cammino celebrerà il prossimo lunedì 28, in conclusione di questa GMG.

I giovani stanno pellegrinando in diversi paesi di Centro America e in diverse città dello stesso Panama. Realizzano per le strade autentiche “missioni popolari” nelle quali annunciano il Vangelo, il Kerigma, cioè la Buona Notizia, e danno la loro esperienza personale del loro incontro con Gesù Cristo. Inoltre cantano i canti del Cammino e danzano, invitando chi lo desidera a unirsi a loro.

La maggior parte di questi giovani proviene dall’America, concretamente dal Centro America, da paesi con grandi indici di violenza e delinquenza. Lì il Cammino -visssuto in piccole comunità- ha aiutato e aiuta tanti di loro a far fronte a questa situazione. L’ascolto del Kerigma e l’iniziazione cristiana che sono propri del Cammino, aiutano i fratelli a rimanere saldi nella fede e a non abbattersi di fronte a queste situazioni. L’esperienza  di perdono e di salvezza vissuta in prima persona è quello che in questi giorni portano con sè e che condividono a Panama.

Nonostante le difficoltà sofferte, i giovani hanno risposto così alla chiamata di Francesco, che a sua volta vuole incontrare, sostenere e appoggiare i giovani di Centro America di cui conosce bene le  sofferenze.

Più di 8.000 giovani di Centro America

Logicamente i più numerosi procedono dal Centro America e dai Caraibi: più di 8.000 giovani. Dal Costarica ne arriveranno 1.500, dal Nicaragua 1.550, dal Salvador 1.046, da Honduras e Guatemala rispettivamente 1.550 e 244. E dalla Republica Dominicana 250.

Dallo stesso Panama assisteranno 3.400 giovani. Dalle Antille Neerlandesi circa 100.

Dall’America del Sud partecipano 4.320 giovani. Dal Brasile 2.200, Cile 500, Perù 250, Colombia 300 e Ecuador 700. Dall’Argentina 120 pellegrini, dal Venezuela 120 e dalla Bolivia 150.

Dall’America del Nord circa 5000. Dagli Stati Uniti più di 4.000, da Portorico 300. Dal Messico 400 e 40 dal Canada, tra gli altri.

Dall’Oceania partecipano in 300, concretamente 250 dall’Australia e il resto da Kiribati, un arcipelago situato nella zona centrale ovest dell’Oceano Pacifico.

Dall’Europa giungeranno 1.000 giovani. 300 giovani lo faranno dall’Italia e 760 dalla Spagna. Dal Portogallo arriveranno a Panama 120 giovani. Dalla Germania 80, Islanda 14, Francia 40 e dalla Polonia 250 giovani.

A tutti questi bisogna sommare altre migliaia di giovani che appartengono al Cammino ma giungono insieme ad altri gruppi.

Incontro vocazionale

Com’è tradizione in ogni GMG, il Cammino celebrerà un Incontro Vocazionale per raccogliere i frutti, dopo l’ascolto delle numerose parole che il Santo Padre offrirà ai giovani in questi giorni.

L’equipe internazionale del Cammino formato da Kiko ArgüelloAscensión Romero y el P. Mario Pezzi, sarà incaricato di guidare l’incontro. al quale parteciperanno anche centinaia di catechisti itineranti, presbiteri e famiglie in missione.

L’Incontro si celebrerà lunedì 28 nello Stadio Rommel Fernández, lo stesso in cui il Papa Francesco si riunirà con i volontari della GMG il giorno precedente prima di ritornare a Roma.

Al momento, han confermto la loro assistenza 5 cardenali e 19 vescovi.

L’Incontro comprende diversi momenti: la presentazione dei giovani arrivati dalle differenti nazioni, così come i cardinali e vescovi; la proclamazione di un Vangelo; l’annuncio del Kerigma e la chiamata vocazionale al presbiterato, la vita consacrata o alle proprie famiglie per andare in missione lì dove sia necessario.

L’Incontro è il sigillo finale di tutto il pellegrinaggio che i giovani hanno realizzato durante giorni e dei momneti vissuti insieme al Santo Padre.

Il Cammino Neocatecumenale a Panama

A Panama ci sono 130 comunità del Cammino, la maggior parte nella città di Panama, la capitale, in 20 parrocchie. Di queste 8 diocesi che formano la Chiesa a Panama, il Cammino è presente in 7 diocesi.

Il Cammino è arrivato nel paese nel 1975, per mano degli itineranti Rino Rossi, Natividad Aramburú e il P. Emiliano Jiménez.

Dal 1990, l’equipe responsabile della nazione è formato da Javier CuarteroSandra Samperi, e dal 2005 fa parte dell’equipe il P. Miguel Chiner.