In un incontro nella Basilica di San Paolo fuori le mura, a Roma, con motivo del 50esimo anniversario del Cammino, hanno ricevuto la destinazione a diverse parrocchie della periferia.

Roma, 23/04/2018.- Il Cammino Neocatecumenale ha celebrato domenica 22 aprile un incontro nella Basilica di San Paolo fuori le mura nel quale hanno ricevuto la loro destinazione le 25 comunità che saranno inviate in misione dal Papa Francesco il prossimo sabato 5 maggio nella celebrazione del 50esimo anniversario del Cammino a Roma.

L’incontro è stato guidato dell’equipe internazionale del Cammino, Kiko ArgüelloMaría Ascensión Romero e il P. Mario Pezzi.

A quest’incontro hanno participato le comunità che hanno già terminato il Cammino e hanno rinnovato solennemente le promesse battesimali e le parrocchie che hanno chiesto l’aiuto di queste comunità e hanno espresso disponibilità ad accoglierle.

Durante l’incontro, Argüello ha ricordato che “il Cammino finisce annunciando il Vangelo, andando dai lontani nelle periferie”. 

L’iniziatore del Cammino ha anche parlato del pericolo di installarsi e perdere lo zelo per evangelizzare: “Quando ci si installa si entra in una specie di malattia: la tiepidezza”.

“Il tiepido ha perso lo zelo, non vuole andare a predicare per le strade, ma preferisce rimanere a casa vedendo televisione. Anche per i presbiteri, catechisti, vescovi… è orribile perdere lo zelo. Ma quando siamo inviati in un posto, a nome della Chiesa, questo pericolo finisce perché non stiamo vivendo la nostra vita, ma viviamo la vita di un Altro (Cristo) che ci inviato lì e questo protegge le radici della nostra fede e impedisce di accomodarsi, installarsi”.

Nella celebrazione è stato procalmato il Vangelo di san Giovanni 17, 18-26 e Argüello ha annunciato il Kerigma.

Udienza con il Papa Francesco

Lo scorso 19 aprile, il Papa Francesco ha ricevuto in udienza nel Vaticano, l’equipe internazionale responsabile del Cammino Neocatecumenale.

L’obiettivo principale della riunione è stato parlare del 50esimo anniversario del Cammino che si celebrerà con un grande incontro presieduto dal Papa a Tor Vergata il prossimo 5 maggio.

Un grande incontro per il 50esimo anniversario

Il Cammino Neocatecumenale celebrerà un grande incontro internazionale con motivo del 50esimo anniversario del suo arrivo a Roma, il prossimo sabato 5 maggio a Tor Vergata (Roma).

All’incontro del 5 maggio parteciperanno circa 150 mila persone di tutto il mondo e dei 5 continenti, in rappresentanza delle 135 nazioni in cui è presente il Cammino. Prenderanno parte all’evento anche cardinali, vescovi e altre personalità

Durante l’evento, il Papa Francesco invierà 36 nuove missio ad gentes che, su richiesta di altrettanti vescovi, porteranno il Vangelo nelle zone secolarizzate o con una piccola presenza di Chiesa nelle città di tutto il mondo.

Papa Francesco invierà anche 25 comunità delle parrocchie di Roma – che hanno già concluso questa iniziazione cristiana – ad altre parrocchie della periferia di Roma, i cui parroci hanno richiesto il loro aiuto per richiamare i lontani alla fede”.